Contattaci per maggiori informazioni

Vuoi sapere di più su questo prodotto?

Contattaci

Conoscere il Vero Valore degli Alberi

Sfida

Impiegare una tecnologia all'avanguardia in rigorosi ambienti esterni per migliorare l'accuratezza dei dati ed ottimizzare la raccolta dei dati e la pianificazione della gestione forestale.

Soluzione

I robusti computer portatili Nautiz X3 e X5 del Gruppo Handheld, dalla potenza informatica e dalle avanzate capacità di comunicazione, con la loro struttura rinforzata e la lunga durata della batteria, erano necessari per svolgere il compito.

Risultati

L'eliminazione della raccolta dati e della mappatura cartacee, un più accurato ed efficiente processo di raccolta dati, e valutazioni più consapevoli delle parcelle forestali.

 

Robusti computer portatili offrono ai manager delle foreste finlandesi un quadro molto più chiaro del valore delle proprie aziende.

C'è un vecchio detto per descrivere qualcuno che arriva perdersi in dettagli tanto da non riuscire più vedere il quadro generale: "Non riesce a vedere la foresta a causa degli alberi"

Beh, forse ciò di cui un tipo del genere ha bisogno è un buon computer palmare. Perché è ciò che la Tornator OY, una grande azienda finlandese per gestione forestale, utilizza per ottenere una buona immagine sia degli alberi che della foresta. Utilizzando i Nautiz X3 e X5, i computer robusti portatili della Handheld, la Tornator ha rivoluzionato il suo sistema di mappatura e di valutazione delle sue vaste aree boschive.

Le informazioni accurate conducono al risultato finale

La Tornator è il terzo più grande proprietario di foreste in Finlandia, con circa 600 000 ettari (23 000 miglia quadrate) di aree boschive. Le attività commerciali principali della Tornator sono la produzione di legna e la vendita dei diritti di taglio. L'azienda fornisce anche servizi di gestione delle foreste, vende aree edificabili turistiche di alta qualità e risorse estraibili del suolo, ed affitta diritti di accesso ai propri terreni. La Tornator ha sede ad Imatra, vicino al confine con la Russia, e dispone di 14 uffici regionali attraverso la Finlandia, nonché di filiali in Estonia e Romania.

Uno degli aspetti più importanti della gestione delle foreste ai fini di vendita o di raccolto è possedere informazioni dettagliate ed accurate sulle suddette. Ciò che molti chiamerebbero semplicemente "una foresta" è un concetto che include settori relativi alle varie speci arboree, alle loro fasce di età e di dimensioni, ed alla loro densità. Data l'impraticità - o piuttosto l'impossibilità - di conferire un valore ad ogni albero, un'area boschiva viene divisa nelle cosiddette "zone compartimenti " - sezioni di foresta con omogenee condizioni di crescita ed omogenee specie arboree. Questi compartimenti si estendono in media dai 2 ai 3 ettari.

Il modo più efficace per valutare una foresta è avere informazioni solide su ogni singolo compartimento - informazioni quali il tipo di speci dominanti, l'area basale, ed il diametro, la lunghezza, o età media degli alberi. E, ovviamente, il compartimento deve essere mappato il più precisamente possibile.

Dalla carta e penna alla nuova tecnologia

Tradizionalmente, la raccolta e la registrazione di queste informazioni era compito dei lavoratori forestali che "tracciavano" il legno con mozziconi di matita e piccoli blocchi note, impiegando la loro conoscenza specializzata scarabocchiando numeri, facendo calcoli a mente o su carta, e poi riempiendo un rapporto basato sulle proprie note su campo. Gli errori nei dati risultavano comuni anche quando erano esperti ad eseguire il compito, e il processo occupava moltissimo di tempo.

L'avvento della tecnologia dei computer portatili ha cambiato tutto questo. I manager forestali hanno avuto modo di osservare i vantaggi apportati dall'utilizzo dei computer da ufficio per calcolare e memorizzare i dati, e si sono in seguito resi conto che avere un computer per la raccolta dei dati nelle foreste avrebbe permesso di snellire ulteriormente il processo.

Ma i duri percorsi nella foresta non costituiscono l'ambiente più confortevole per un delicato computer, e ben presto la distinzione tra "PDA" e "palmare robusto" è diventata molto importante. La maggior parte dei palmari sul mercato non è riuscita a resistere alle condizioni su campo - le prestazioni hanno cominciato ad uguagliare le funzionalità solo in seguito allo sviluppo di computer palmari davvero robusti.

Trovare uno strumento abbastanza duro per il compito

E così la Tornator ha deciso di cestinare i PDA obsoleti in uso, ed impiegare uno strumento più resistente dalle moderne capacità tecnologiche. Mentre si ricercava la soluzione migliore, si avanzarono due considerazioni principali: la robustezza e la durata della batteria. Poiché il lavoro si svolge all'aperto durante tutto l'anno, le condizioni variano dal caldo soffocante estivo al gelo invernale, più l'umidità costante delle stagioni delle piogge, oltretutto  il lavoratore è fuori nella foresta tutto il giorno senza possibilità di ricaricare la batteria; pertanto la durata della batteria è essenziale.

La Tornator ha optato per la combinazione dei palmari robusti Nautiz X3 e X5 del Gruppo Handheld. Entrambi sono compatti, altamente portatili, ricchi di funzionalità e costruiti per resistere agli ambienti ostili. Essi sono dotati di processori ad alta velocità Xscale da 806 MHz, 256 MB di RAM (SDRAM sull'X3) e 512 MB di memoria Flash. Eseguono il sistema operativo Windows Mobile - 6.1 per l'X5 e 6.5 Professional per l'X3 - e includono GPS integrato, Bluetooth e una fotocamera da 3 megapixel con autofocus e flash, comunicano via rete cellulare o LAN senza fili, ed entrambi hanno batterie a ioni di litio che durano tutto il giorno. La loro valutazione IP65 significa che sono impermeabili alla polvere e altamente resistenti all'acqua, e sono anche in grado di operare a temperature estreme e resistere alle cadute.

Una volta ricevute le unità Nautiz, la Tornator le ha integrate con il proprio software personalizzato TornaMaasto, dando così agli operatori su campo tutto ciò di cui necessitano per compiere il loro lavoro nel migliore dei modi.

L'impiego della tecnologia ottimizza il processo

Una volta raggiunta un'area che ha bisogno di valutazione viene utilizzata la connessione GPRS Nautiz per scaricare i dati attuali, delimitati dal sistema centrale della Tornator. Scaricati i dati, il lavoratore inizia ad utilizzare l'applicazione TornaMaasto per raccogliere dati appropriati sull'ubicazione, la specie, le dimensioni, la densità ed altre considerazioni, e li inserisce utilizzando un modulo di immissione di dati personalizzato. TornaMaasto dispone di una funzione di mappatura mobile, in modo che sia le mappe che i moduli di immissione cartacei possano essere sostituiti dal palmare.

Il Nautiz fornisce anche informazioni precise sulla posizione. Ai fini della mappatura degli utenti hanno bisogno di accurate funzionalità GPS per rintracciare i luoghi in cui sono stati; ciascuna immissione dati ha il suo proprio punto di posizione. Questi dati GPS vengono utilizzati anche per gestire i confini del compartimento all'interno del sistema di mappatura centrale.

Quando l'utente ha terminato la raccolta dei dati, i dati raccolti e aggiornati vengono caricati sul sistema principale tramite connessione GPRS.

Possedere questi dati su ogni compartimento aiuta la Tornator creare un piano chiaro per il raccolto futuro, così come per piantare nuove zone e piantine. E l'utilizzo di un sistema di razionalizzazione hardware-software produce dati molto più precisi in molto meno tempo, eliminando gli errori ed incrementando l'efficienza.

"Abbiamo bisogno di informazioni per svolgere la nostra attività, che consiste nella produzione di legna e nella vendita dei diritti di taglio", dice Mika Rieppo, IT Manager della Tornator. "Senza dati accurati sulle risorse forestali non conosceremmo nemmeno il valore della nostra foresta, e quali sezioni siano più adatte per la vendita dei diritti di taglio."