Contattaci per maggiori informazioni

Vuoi sapere di più su questo prodotto?

Contattaci

La tecnologia mobile colpisce nel segno

Sfida

Trovare un computer in grado di tenere traccia dei dati in tempo reale e in maniera affidabile in tutte le condizioni meteorologiche, per consentire agli allenatori del team svedese di biathlon di concentrarsi sui loro atleti.

Soluzione

Introdurre l'Algiz XRW, il notebook pienamente robusto e leggero realizzato da Handheld.

Risultato

La raccolta precisa dei dati e i computer resistenti ottimizzano gli allenamenti e risparmiano tempo quando ogni secondo conta.

 

I computer rugged migliorano l'allenamento e la pratica durante le gare per il team svedese di biathlon.

I loro sci fendono con potenza la neve e il ghiaccio man mano che si avvicinano all'area di tiro con un solo obiettivo in mente: far volare proiettili in modo netto e preciso attraverso una serie di piccoli bersagli a 50 metri di distanza. Questi campioni di precisione e velocità sono gli atleti del biathlon, che si sfidano nelle gare di sci e tiro a segno con la carabina nella disciplina sportiva nota con il termine di biathlon.

Andare a caccia sugli sci non è una novità. Secondo il Comitato Organizzativo della Coppa del Mondo di Biathlon, sono stati rinvenuti dipinti su roccia raffiguranti uomini da caccia muniti di sci risalenti anche al XXX secolo a.C. Tuttavia, 3.000 anni fa nessuno aveva la necessità né si preoccupava di monitorare le statistiche di velocità e precisione durante la caccia, né tanto meno di trasferire tali dati a distanza di chilometri in tempo reale. I partecipanti cacciavano per sopravvivenza, non per sport.

Per gli atleti competitivi del biathlon di oggi, ogni secondo conta e ogni millimetro fa la differenza. Ecco perché gli allenatori del team di biathlon svedese si sono messi alla ricerca di una soluzione tecnologica in grado di far fronte a tutta una serie di condizioni meteorologiche e agli sballottamenti subiti durante l'allenamento e le gare. Hanno scoperto che qualità come la potenza, la precisione e la capacità di gareggiare sotto tutta una serie di pressioni ambientali sono essenziali non soltanto per i loro atleti, ma hanno anche la necessità di distinguere la tecnologia in grado di assistere la loro squadra fino alla vittoria.Marko-Laaksonen-Swedish-Biathlon-team-Handheld-Algiz-rugged-computer

Allenamento sul campo

Durante le gare, gli allenatori di biathlon si mettono in campo insieme ai loro atleti. Spesso li si possono avvistare mentre procedono a passo con gli atleti lungo il percorso sciistico e osservano l'area di tiro per raccogliere dati sulle prestazioni degli sciatori e comunicarli subito nel corso del gara.

Gli allenatori utilizzano computer per raccogliere i dati prima che i tempi ufficiali siano comunicati, nonché per raccogliere informazioni più specifiche di quante ne vengano rese ufficiali. Inoltre registrano anche i dati relativi alla precisione di tiro degli atleti e li mettono in mostra posizionando delle calamite su tabelloni per rappresentare i target. Gli atleti visualizzano i tabelloni con i target e i dati dei tempi mentre passano sugli sci.

Poiché si tratta di un evento all'aperto che si svolge con ogni tipo di condizione meteo, il biathlon presenta delle sfide per i computer che tengono traccia di tutti questi dettagli importanti. La pioggia, la neve e altre forme di precipitazioni invernali accompagnano i percorsi durante la stagione delle gare, ma condizioni più miti sono normale durante l'allenamento fuori stagione. Aggiungete l'abbagliante luce solare dell'ambientazione alpina, che rende difficoltosa la lettura sullo schermo di un computer, più gli sbalzi di temperatura dovuti al passaggio da ambienti al chiuso e all'aperto durante tutta la giornata di gare e il disastro è quasi assicurato per la maggior parte dei dispositivi.

"Utilizzavo il mio computer normale. Le cose non sempre andavano per il verso giusto nei giorni di pioggia”, dice Johan Hagström, responsabile della squadra maschile di prima classe. "Ho rotto un certo numero di computer negli anni."

Hagström e il team dovevano ricorrere a tutta una serie di stratagemmi per proteggere i loro dispositivi: “Per evitare la pioggia, la neve e le basse temperature, gli allenatori facevano un giro di corsa utilizzando giacche e scatole di cartone per coprire i computer; contemporaneamente, dovevano comunicare con gli sciatori, mostrare loro il tabellone di tiro e fare attenzione a non rompere i computer”, ricorda.

Dopo un po' hanno provato a usare i tablet, pensando che risultassero più facili da trasportare, ma non era possibile ottenere la stessa quantità di dati ottenibile con un notebook o computer portatile. Così sono ripassati ai computer portatili, ma rimanevano gli stessi problemi.Swedish-Biathlon-team-uses-Handheld-Algiz-XRW-rugged-computer

Una soluzione tecnologia per tutte le condizioni meteo

Ben presto il team ha iniziato a cercare una risposta più di lungo termine, una soluzione che avrebbe consentito agli allenatori di concentrarsi sugli atleti anziché sui possibili danni da evitare. La ricerca li ha portati all'Algiz XRW, un notebook robusto realizzato da Handheld, che hanno implementato all'inizio della stagione invernale 2012.

Proprio come il biathlon, l'Algiz XRW affonda le proprie radici nella sopravvivenza, con traguardi di velocità e precisione. Questo notebook sottile e compatto è pienamente robusto, il che significa che è progettato per far fronte a tutta una serie di sfide ambientali, dalle temperature estreme alle cadute in acqua e all'esposizione alla polvere. Presenta uno schermo touchscreen da 10,1 pollici per una facile visualizzazione sia alla luce solare diretta che al chiuso. A soli 1,6 Kg è leggero da trasportare e presenta l'elevata velocità di elaborazione e la connettività Wi-Fi di cui il team necessita per raccogliere e trasmettere i dati.

Grazie all'uso dell'Algiz XRW e di Microsoft Silverlight — un'applicazione basata sul cloud che raccoglie e visualizza i risultati della gara in tempo reale, gli allenatori sono in grado di trasmettere ai loro atleti le informazioni di cui necessitano per valutare i loro progressi e pianificare le loro strategie durante le gare.Algiz-XRW-rugged-computer-Swedish-Biathlon-team

La tecnologia robusta migliora l'allenamento durante le gare

Durante le gare, generalmente sono predisposte tre stazioni di allenamento lungo il percorso sciistico. Ciascuna stazione è dotata di una connessione Internet wireless, che consente l'invio di dati sulle prestazioni agli allenatori da tutto il campo. Gli allenatori utilizzano questi dati per comunicare i progressi agli sciatori. Ma non è tutto ciò che l'Algiz XRW è in grado di fare.

"Fin dall'inizio ho pensato: "Ottimo, possiamo utilizzare questo dispositivo per le gare." Ma ben presto ci siamo resi conto che potevamo utilizzarlo anche per altri scopi, per esempio durante gli allenamenti”, spiega Hagström.

Ora, durante le sessioni di addestramento, un allenatore può installare un dispositivo di misurazione sul grilletto della carabina dell'atleta. Questo dispositivo rileva la "curva di forza", una misura della velocità e precisione con le quali l'atleta preme il grilletto, e invia i dati al computer tramite Wi-Fi. Questo aiuta gli allenatori a individuare le aree problematiche e a concentrarsi sull'allenamento di abilità estremamente specifiche.

Nonostante tutte le sfide meteorologiche, l'Algiz XRW ha funzionato in maniera perfetta e non abbiamo più bisogno di scatole di cartone.

“Questo notebook è abbastanza robusto da poter essere utilizzato in qualsiasi tipo di ambiente e ha la capacità di ottenere tutti i dati e le informazioni di cui gli allenatori necessitano sul campo”, dice Hagström. “Abbiamo potuto utilizzarlo in diversi ambiti di allenamento e gare per ottimizzare e migliorare l'efficienza.”

In altre parole? È contento di aver premuto il grilletto.Johan-Hagstrom-Swedish-Biathlon-team-Algiz-xrw-rugged-computer