Contattaci per maggiori informazioni

Vuoi sapere di più su questo prodotto?

Contattaci

Algiz XRW in esplorazione subacquea e marina

Sfida

A bordo di una barca per le immersioni, la possibilità di visualizzare e modificare i video delle immersioni, caricare e correggere i dati informatici delle immersioni, e utilizzare il GPS per registrare le informazioni sul percorso sono tutti elementi che ottimizzano un'escursione. Ma i computer non robusti non sono all'altezza dell'ambiente di una barca per immersioni.

Soluzione

L'utilizzo sul ponte del notebook compatto Algiz XRW, con schermo leggibile alla luce solare, permette un caricamento immediato dei dati e informazioni di navigazione geografica. La sua applicazione permette noltre di controllare visivamente il profilo di immersione del computer subacqueo all'istante.

Risultato

Grazie al notebook robusto Algiz XRW, i sommozzatori possono inserire i dati e le proprie impressioni immediatamente, quando ogni dettaglio è ancora fresco nella loro mente. Inoltre, non occorre preoccuparsi dell'attrezzatura subacquea bagnata e grondante, o del rapido scaricarsi della batteria.

 

Handheld Algiz XRW, il notebook computer compatto e robusto spicca per sicurezza, produttività e capacità di acquisizione di dati in occasione di una spedizione subacquea in un remoto arcipelago al largo della costa messicana sul Pacifico.

Nel giugno del 2011, i redattori di RuggedPCReview.com e ScubaDiverInfo.com hanno viaggiato su di un Solmar V di 112 piedi fino all'Arcipelago Revillagigedo, un remoto gruppo di isole disabitate, situate a 480 km (300 miglia) al largo della costa messicana sul Pacifico, per testare una varietà di apparecchiature subacquee robuste mentre rilevavano lo stato delle popolazioni di squali e mante giganti per cui queste isole sono famose. Il notebook robusto Handheld Algiz XRWha fatto parte dell'arsenale delle apparecchiature del test. Sarebbe diventato un elemento prezioso della squadra per diversi motivi.

L'isola vulcanica di San Benedicto, in particolare, è famosa per la sua abbondanza di mante giganti del Pacifico. I diavoli di mare (Manta birostris) sono enormi filtratori che possono raggiungere una larghezza di 7,6 metri (25 piedi) e un peso di quasi 1,300 chilogrammi (3.000 libbre). Le mante sono tra le più maestose, aggraziate ed eleganti creature sulla terra, e vederle nel loro habitat naturale è un'esperienza mozzafiato.

I computer in esplorazione subacquea e marina

I computer giocano diversi ruoli importanti nelle spedizioni subacquee. I computer subacquei sono cruciali apparecchiature di supporto vitale per i sommozzatori. I dati registrati dai computer subacquei vengono caricati nei computer portatili per l'analisi e la documentazione. I computer portatili sono utilizzati anche per le note di viaggio e le relazioni sommarie, per la registrazione di immagini e video e la loro pre-elaborazione, così come per il geotagging e la navigazione.

L'immersione è una attività ad alta intensità di utilizzo attrezzature dove non vi può essere praticamente alcun margine di errore. Una volta passata una parete di un centinaio di metri sotto la superficie dell'oceano, ci si affida all'erogatore per la fornitura di aria, e al GAV per impedire sia di cadere nel baratro sotto di noi, sia di salire troppo in fretta, rischiando un'embolia d’aria o altre condizioni che metterebbero in pericolo la nostra vita. Tutti i sommozzatori conoscono la fisica subacquea, come utilizzare le tabelle di decompressione per determinare la massima esposizione alla profondità, ed i livelli profondità sicuri in caso di immersioni ripetute. Mentre le tabelle di immersione rimangono backup importanti, i sommozzatori fanno oggi quasi esclusivamente affidamento sui computer subacquei.

I computer subacquei sono adatti ad essere portati al polso o ad essere montati sulle console; essi tracciano profondità, tempo di immersione, la temperatura dell'acqua, il tempo trascorso sul fondo, le soste di decompressione, e la quantità d'aria rimanente. Sono strumenti complessi che devono essere affidabili al 100%, dato che la vita del sommozzatore può dipendere da essi.

L'insieme dei dati registrati, che cambiano a seconda del tempo trascorso a diverse profondità, determina la quantità di tempo rimanente sicuro del sommozzatore, e quali soste di decompressione devono essere effettuate, qualora necessario. I computer subacquei hanno numerosi allarmi ed impostazioni configurabili, e di solito lavorano in congiunzione con un'applicazione di computer desktop o notebook. Il computer da immersione registra anche l'intera immersione, in modo che sia in seguito possibile trasferire i dati nel notebook. Nel passato i gruppi di immersione dovevano attendere il ritorno al campo per caricare e analizzare i dati di immersione e compilare i registri di immersione. Questo significava spesso trascorrere molte ore tra il momento dell'immersione e la compilazione del registro. Significava anche non essere in grado di ispezionare visivamente il profilo d'immersione, i livelli di sforzo, il consumo di gas, ed i livelli di saturazione dei tessuti e degli allarmi subito dopo l'immersione.

Utilizzo del notebook portatile robusto Handheld XRW a bordo

Con l'utilizzo dell'Algiz XRW, il computer portatile robusto di Handheld come supporto informatico per le immersioni e le spedizioni, tutto è cambiato. La squadra di RuggedPCReview.com e ScubaDiverInfo.com hanno preso l'Algiz XRW a bordo della Solmar V e caricato i propri dati di immersione appena usciti dall'acqua. Ciò utilizzando un adattatore USB IR in comunicazione con computer subacquei Uwatec SOL. Questo ha permesso inserire i dati e le impressioni subito dopo un'immersione, quando tutto era ancora fresco nella memoria del sommozzatore, mentre cioè i dettagli erano ancora vividi. La procedura ha anche permesso di modificare le impostazioni del computer subacqueo e di metterle prontamente a punto per le immersioni.

Utilizzando un computer su una barca comporta il bisogno di uno schermo leggibile alla luce solare. Lo schermo dell'Algiz XRW ad alta risoluzione è leggibile alla più diretta luce solare, ed è pertanto particolarmente adatto per uso in ambienti esterni. Durante una spedizione di 8 giorni, la squadra subacquea ha affrontato di tutto, dal sole rovente a cieli grigi, oltre che una buona dose di vento e di spruzzi di acqua salata. Lo schermo dell'Algiz XRW ha affrontato facilmente qualsiasi condizione di illuminazione e si è rivelato perfettamente visibile in qualsiasi momento. "La leggibilità del display è, infatti, assolutamente incredibile, anche sotto il sole cocente", afferma Conrad Blickenstorfer, Capo editore, RuggedPCReview.com.

Mentre il ponte coperto di immersione del battello offriva una certa protezione dalle intemperie, all'aperto e nell'umidità l'attrezzatura subacquea ed i sommozzatori restavano bagnati e grondanti. L'utilizzo sui ponti immersione e di osservazione comportava inoltre l'esposizione alla spuma, agli schizzi, ed alle onde occasionali che si infrangevano sulla parte anteriore o sui lati.

Questo è il punto in cui la tenuta IP65 XRW Algiz si è rivelata importante. L'Algiz XRW non è sommergibile, ma la valutazione IP65 indica che offre protezione contro i getti d'acqua a bassa pressione da tutte le direzioni, in modo da restare intatto sotto gli spruzzi acqua su barche per immersioni. La tastiera con il 90% di protezione ispira sicurezza ed è utilizzabile in ogni condizione. Le lettere in bianco su nero sono chiaramente visibili in ogni momento. L'utilizzo del touch pad a mani bagnate richiede occasionalmente un tocco più fermo, ma il funzionamento è garantito.

Lo spazio è un lusso assoluto a bordo, ed in particolare nelle piccole cabine, dunque la squadra subacquea ha apprezzato molto le dimensioni compatte dell'Algiz XRW, che ha saputo adattarsi dove laptop molto più grandi (e non robusti) non hanno potuto. L'Algiz XRW è anche abbastanza leggero da non aggiungere troppo peso al carico già considerevole delle bombole e delle altre apparecchiature ingombranti. Molto apprezzata è stata anche la batteria a lunga durata dell'Algiz XRW. La robusta batteria a 58 watt/ora dura per otto ore di funzionamento, più che sufficiente per rimanere disponibile in maniera affidabile durante le tre o quattro immersioni normalmente effettuate ogni giorno dalla squadra.

"Non saprei come esprimere il mio apprezzamento per la tranquillità offerta dalla robustezza dell'Algiz XRW" dice Conrad Blickenstorfer. "La vita su un ponte di immersione è dura. Tutto è bagnato, scivoloso, e vi sono molte attrezzature pesanti che possono cadere e che cadranno. Sicuramente non un posto per MacBook e iPad, mentre l'Algiz XRW di Handheld vi si adatta perfettamente".

Pochi sommozzatori dilettanti caricano i propri dati informatici di immersione in un notebook per l'analisi, anche se tale procedura offrirebbe un registro importante delle immersioni effettuate. Per incarichi professionali, invece, il caricamento e l'analisi dei dati di immersione è un dovere. Avere sul posto una piattaforma informatica portatile che sia appropriata rende questo compito più facile, e permette di caricare e analizzare i dati subito dopo le immersioni. Tutto ciò può rivelarsi prezioso. Teoricamente, quasi tutti i notebook potrebbero essere utilizzati per questo compito. In pratica, le dimensioni, la robustezza, la visibilità in ambienti esterni, e l'esigenza della durata della batteria rendono l'Algiz XRW perfetto per il lavoro.

L'Algiz XRW ha offerto il suo contributo anche in altri settori. Il suo schermo ad alta risoluzione ha permesso alla squadra di esaminare le ore video 720p e 1080p, filmate sott'acqua.Ciò non è mai stato possibile con i netbook normali impiegati in escursioni precedenti. L’XRW ha invece facilmente riprodotto il video da loro telecamere subacquee.

Durante l'escursione la squadra subacquea ha inoltre utilizzato il GPS integrato dell'Algiz XRW per determinare posizione, velocità e rotta. Sono state impiegate versioni demo o gratuite di diverse applicazioni di navigazione marina, tra cui il pacchetto di navigazione PolarView di Polar Navy e lo schermo strumentale PolarCOM della NMEA, il tracciatore grafico e software di navigazione GPS Sea Clear II, ed il software di navigazione GPS Fugawi della Marine ENC. Tutto ha funzionato bene con l'Algiz XRW, ed ha fornito un interessante spaccato dell'uso dei notebook robusti impermeabili per la navigazione marina.

Conrad Blickenstorfer conclude: "Le nostre apparecchiature hanno lavorato in maniera impeccabile.Tenere traccia delle nostre immersioni, memorizzare e rivedere foto e video, ed in generale avere un computer dove e quando ne avessimo bisogno ha contribuito alla sicurezza, alla produttività, cosí come al rispetto del nostro fitto programma di lavoro".

Fotografia di Carol Cotton.